030 3533902

CHIARITE LE MODALITA’ DI ATTRIBUZIONE DELLA CARATTERISTICA HP14

Con la legge del 6 agosto 2015 n. 125 vengono ribaditi gli specifici criteri per l’attribuzione ai rifiuti della caratteristica di pericolo HP14, tale caratteristica viene attribuita secondo le modalità dell’ADR classe 9, punti M6 ed M7.

  • M6, materie pericolose per l’ambiente acquatico, liquide;
  • M7, meterie pericolose per l’ambiente acquatico, solide.

Nell’edizione 2011 dell’ADR, attualmente in vigore, le materie pericolose per l’ambiente acquatico sono le materie caratterizzate da un pericolo per l’ambiente acquatico acuto (Categoria acuta 1) o cronico (Categoria cronica 1 o 2). L’ADR, rispetto al CLP non tiene conto delle Categorie croniche 3 e 4. Pertanto l’ADR non prevede di considerare le sostanze classificate pericolose per l’ambiente acquatico con frase di rischio R52 “Nocivo per gli organismi acquatici” anche in combinazione con R53, né la relativa classificazione di pericolosità della miscela/rifiuto come ecotossico (Cronico 3 e Cronico 4).

Estrapoliamo pertanto la correlazione tra la caratteristica HP14, le frasi di rischio R ed il regolamento CLP:

Direttiva 1999/45/CE ADR e Reg. CLP
(N) R50 “Altamente tossico per gli organismi acquatici” PERICOLOSO PER L’AMBIENTE ACQUATICOAcuta 1 – H400
(N) R50/53 “Altamente tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l’ambiente acquatico” PERICOLOSO PER L’AMBIENTE ACQUATICOAcuta 1 – H400Cronica 1 – H410
(N) R51/53 “Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l’ambiente acquatico” PERICOLOSO PER L’AMBIENTE ACQUATICOCronica 2 – H411

Come si vede dalla tabella la frase di rischio R52 o R52-R53 non è più contemplata per l’attribuzione della caratteristica HP14, quindi, in base alla Direttiva 1999/45/CE e al Regolamento (CE) n. 1272/2006 (CLP) e s.m.i. applicati secondo i criteri dell’ADR un rifiuto è “ecotossico – H14” se contiene:

  • una o più sostanze ecotossiche classificate come R50/53 (H400 e H410 secondo il regolamento CLP) in concentrazione totale ≥ 2,5%;
  • una o più sostanze ecotossiche classificate come R50 (o H400 secondo il regolamento CLP) in concentrazione totale ≥ 25%;
  • una o più sostanze ecotossiche classificate come R51-53 (o H411 secondo il regolamento CLP) in concentrazione totale ≥ 25%.

N.B.: i valori di soglia possono essere ridotti in funzione dell’elevato grado di tossicità specifica della sostanza.

consulta la tabella di correlazione tra le classi di pericolo HP e le caratteristiche di pericolo del CLP.