030 3533902

Nuovi criteri di attribuzione HP e CER

Dal prossimo 1° giugno entrerà in vigore la Decisione 2014/955/UE e il Regolamento 1357/2014/UE, cambieranno i criteri di classificazione e di valutazione delle caratteristiche di pericolosità dei rifiuti e verrà rinnovato il catalogo europeo dei rifiuti CER.

Nel nuovo catalogo sono presenti 3 CER aggiuntivi e sono state modificate le declaratorie di alcuni CER. Ma la novità più sostanziale della Decisione riguarda il rimando al Regolamento 1272/2008 (CLP) quale riferimento per i criteri di classificazione.

Ribadiamo gli elementi salienti di questo cambiamento:

  • viene ribadita la responsabilità del produttore nell’attribuzione del CER, questo deve conoscere dettagliatamente il ciclo produttivo che origina il rifiuto e deve fare una scheda di caratterizzazione rifiuto da tenere agli atti riportante:
      1. ciclo produttivo dettagliato;
      2. sostanze che concorrono a formare il rifiuto nel ciclo produttivo con la raccolta delle SDS dei vari prodotti;
      3. eventuali analisi di classificazione per appurare l’effettiva concentrazione delle sostanze rilevate al punto 2 o escluderne la presenza.

    N.B.: è importante evidenziare che il legislatore insiste sull’importanza di fare una analisi mirata per cercare le sostanze effettivamente presenti nel ciclo produttivo e non limitarsi ad una classificazione secondo modello standard.

  • nel caso di codici CER aventi voce specchio (sia pericoloso che non pericoloso) deve essere esclusa la pericolosità sulla base della di una istruttoria approfondita;
  • nel dubbio della rilevazione di una sostanza (non riesco ad escluderne la presenza) devo applicare il PRINCIPIO DI PRECAUZIONE e dichiararlo pericoloso.

Consultate la seguente tabella che correla i codici di pericolo CLP con le nuove caratteristiche di pericolo rifiuti HP.